Ciaspolare

Ciaspolare

Le racchette da neve, meglio conosciute con il termine tradizionale di “ciaspole”, consentono di camminare sulla neve con facilità senza sprofondare . Un tempo utilizzate dalle popolazioni di montagna come “mezzo” per poter attraversare le vallate in pieno inverno, sono divenute oggi una delle più interessanti attività che si possono svolgere in inverno sulla neve.
Dopo anni di dimenticatoio in cui le ciaspole erano usate solo come cimeli storici appesi alle pareti, negli ultimi anni sono state riscoperte e reinventate per adattarle alle esigenze degli sportivi e dei turisti.

Dopo il Boom dello sci e dello snowboard sembra che le racchette da neve stiano riconquistando il loro meritato spazio nello scenario del turismo e degli sport invernali.

Una semplice passeggiata con le racchette da neve permette di sfuggire alla quotidianità, si abbandona la frenesia della città per diventare un tutt’uno con la natura. Un’opportunità ideale per ridurre lo stress e dare spazio a nuove riflessioni ed idee. Si “naviga” nella natura e lo sguardo va alle meraviglie del territorio, gli suoni sono ovattati dal bianco della neve e si respira la frizzante aria dell’inverno. Un oasi di pace che permette di rilassarsi completamente lasciando dietro di se le frustrazioni della vita moderna.
Ogni escursione con le ciaspole diventa una piccola avventura alla ricerca di posti semplici ma affascinanti, angoli di montagna sconosciuti che offrono mille sorprese, bellezze ignote a molti, incastonate in luoghi naturali ed incontaminate. E’ facile imbattersi in cerbiatti che scendono dai boschi alla ricerca di cibo, oppure in una corsa fra leprotti che sembrano volare sulla coperta nevosa.

Ciaspolare” non richiede ne conoscenze particolari ne abilità speciali è quindi una attività alla portata di tutti, dai bambini agli anziani, per gli sportivi ed i non. E’ proprio questo uno dei motivi che ha portato alla ribalta questa attività. A differenza dello sci e dello snowboard, le escursioni con le racchette da neve non richiedono corsi specializzati per apprendere la tecnica. Tuttavia è giusto ricordare che sono sempre di più le località turistiche invernali che organizzano corsi, spesso anche gratuiti, che mirano ad insegnare (non tanto la tecnica) ma le importanti norme di sicurezza da rispettare in montagna al fine di tutelare se stessi e gli altri escursionisti.

Se si vuole portare il rischio a zero allora l’ideale è rivolgersi alle Guide Alpine locali, si tratta di esperti altamente specializzati che ben conoscono il territorio. Le guide alpine oltre a guidarci in tutta sicurezza sulla neve possono farci scoprire le bellezze sconosciute del luogo, punti panoramici ignoti più e non segnati nelle guide, insegnarci ad ammirare la natura osservando gli animali che escono dalle tane alla ricerca di cibo. Inoltre sempre con le guide alpine si possono organizzare dei veri e propri tuor di più giorni, alla scoperta di nuove montagne e nuove bellezze; come le escursioni nelle notti di luna piena con cena in rifugio e fiaccolata.

ciaspolare in alta pusteria

Avventurarsi con le ciaspole al di fuori dei sentieri battuti permette di ammirare il paesaggio invernale in tutta la sua autentica bellezza, affascinanti e solitari, stimolanti e tranquilli al tempo stesso. Una delle località che maggiormente danno spazio al mondo delle ciaspole è l’Alta Pusteria, a nord del Trentino Alto Adige, qui si trovano diversi percorsi dedicati tutti catalogati in base alla lunghezza al dislivello ed il tempo di percorrenza, una vera e propria guida con tanto di mappe. Incamminandosi nelle vallate dell’Alta Pusteria si possono ammirare paesaggi da sogno con vista sulle più importanti montagne delle Dolomiti, fra i numerosi tour non si puo’ fare a meno di citare quello che porta fino al Rifugio Locatelli, con vista fantastica sulle “Tre Cime di Lavaredo”.

Grazie alla larga diffusione di questa disciplina sono sempre di più i comprensori sciistici e le zone turistiche montane che si attrezzano per offrire le migliori risorse agli escursionisti, dai punti vendita e noleggio ciaspole, a guide e strumenti GPS per non perdere mai la strada. Non di seconda importanza è la riapertura invernale delle baite e dei rifugi un tempo abbandonati durante la stagione invernale, grazie ai “ciaspolatori” anche i rifugi distanti dalle piste e più isolati si animano durante la stagione invernale diventando punto di ristoro e di ritrovo per i veri amanti della montagna in inverno.

Il crescendo di questa attività è il sintomo di una rinnovata sensibilità nei confronti dell’ambiente, le escursioni con le racchette da neve sono ad impatto zero, infatti non richiedono impianti sciistici, ne altri mezzi di trasporto se non le proprie gambe e tanta voglia di scoprire posti nuovi. Questo permette un ritorno alla semplicità dove ad essere valorizzato è il territorio e non la tecnologia, un’ottima occasione per tutte quelle località che per posizione geografica o per mancanza di risorse economiche sono finite nell’ombra oscurate dai grandi poli sciistici.
Le ciaspole diventano uno strumento di riconquista con il quale rilanciare un turismo sano ed amico dell’ambiente, riscoprire i valori di un tempo, le tradizioni ed i gusti dei prodotti tipici dei territori dove l’agricoltura locale è ancora uno dei capisaldi della vita di tutti i giorni

Foto credits: Consorzio Turistico Alta Pusteria/K. Peterlin

follows



Google+

MondoNeve su Facebook